MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Informazione > Emittenza Pubblica e Privata > Dettaglio
28 Ottobre 2019 Mediaset - Situazione aziendale

Lo scorso 23 Ottobre, presso la sede Mediaset di Cologno, si è svolto il previsto incontro d’informativa nazionale con le Segreterie Nazionali, Territoriali SLC/FISTEL/UILCOM, le RSU ed il Gruppo Mediaset.
In premessa l’azienda, con l’intervento del Direttore dell’area “Operation” Ing. Costa ha confermato l’esigenza di investire su un nuovo modello organizzativo basato su tecnologia all’avanguardia e con spiccati elementi digitali. L’azienda infatti dopo il processo di digitalizzazione delle “news” ha già approvato investimenti per implementare, una nuova infrastruttura di rete con tecnologia “Protocollo IP” anche nell’ambito della produzione.
In una ottica di piani d’investimenti mirati questa nuova infrastruttura tecnologica imporrà anche cambiamenti di attività interne e l’implementazione di nuovi mestieri, ed è stato subito chiarito, dalle OO.SS. senza ricadute negative degli attuali organici.
Il progetto organizzativo, già descritto alle RSU ha già avuto una prima implementazione sperimentale su un primo mezzo mobile (IP van 18) a cui a breve ne sarà affiancato un secondo; entro il 2019 si passerà alla applicazione operativa sulla sede romana del Palatino proseguirà quindi, nel 2020 su Cologno e di seguito sulla sede Elios di Roma. La realizzazione definitiva avrà luogo entro il 2021.
La Delegazione Sindacale pur condividendo come inevitabile il continuo adeguamento tecnologico ha ribadito che non si accetteranno ripercussioni negative sugli organici attuali nei vari settori interessati, ed ha richiesto altresì adeguamenti ed investimenti importanti sulla formazione e ove necessario anche la relativa certificazione, evitando così che l’adeguamento tecnologico provochi “gap” formativi.
Ci si è quindi aggiornati a momenti di confronto ulteriori, anche con le RSU in base agli avanzamenti futuri.
L’informativa è poi proseguita sull’analisi degli organici, della formazione erogata nel 2018 e primo semestre 2019 e sugli appalti.
L’organico complessivo del Gruppo composto oggi dalle società; Mediaset, RTI, Elettronica Industriale, Medusa Film, Tao due ed R2e di 2725 persone al 30 Giugno 2019 con un aumento di 32 risorse a tempo indeterminato rispetto al 2018, (TD attuali sono 71).
Gli organici sono cosi ripartiti: 1732 impiegati, 505 quadri, 317 giornalisti e 172 dirigenti. Oltre la metà degli impiegati è inquadrata tra il 6° (26,51%) e 7° livello (27,67%). L’età media è di 51,5 per gli uomini (1470 anni) e 50 anni per le donne (1255).
Dal Luglio 2018 sono state implementate 82 nuove risorse sia attraverso stabilizzazioni che assunzioni dall’esterno. Gli inserimenti sono avvenuti in particolare nell’area operazioni, per un necessario cambio generazionale e per l’introduzione di nuove competenze; a questo si è aggiunto il ricorso a processi di mobilità interna con percorsi di diversificazione e sviluppo professionale per far fronte a nuovi fabbisogni organizzativi, come previsto nel rinnovo dell‘integrativo aziendale.
Quanto alla formazione erogata nelle quattro aree previste (Adempimenti, Linguistica, manageriale,
Professionale), le ore a consuntivo nel 2018 sono oltre 24000 e 12761 nel primo semestre 2019.
Le tipologie di appalti sono rappresentate da tre aree distinte:
Produzioni originali ovvero appalti a società esterne e co-produzioni per realizzazione di programmi
d’intrattenimento. Le ore di prodotto finito registrano un trend pressoché costante dal 2017 (16%-17% su base
100 nel rapporto tra auto e co-prodotto). I fornitori principali continuano ad essere Corima, Endemol,
Magnolia, Fascino, la Sfinge ed altri minori.
Service tecnici, attività che si inseriscono nel ciclo aziendale della produzione tv (Luci, audio, Eng, Efp, Postproduzione).
Servizi e logistica, riguardano principalmente servizi di logistica (trasporti, vigilanza, pulizia) e la ristorazione
aziendale. A seguito della cessione del segmento pay tv (Mediaset Premium) é conseguentemente venuta
meno l’attività di call center commerciale.
La Delegazione Sindacale nel merito ha richiesto un costante monitoraggio sull’andamento degli appalti anche
alla luce della recente vertenza di crisi occupazionale di DNG al fine di ricercare soluzioni idonee che evitino il
licenziamento definitivo di circa 35 lavoratori.
Le Segreterie Nazionali hanno inoltre evidenziato la necessità di definire quanto prima, in Confindustria TV la
tematica degli appalti nel settore televisivo, sia sotto l’aspetto economico evitando che le aziende possano
continuare ad effettuare bandi o gare al massimo ribasso, sia nel rispetto dei contratti di riferimento anche per
i fornitori, cosi come stabilito nel contratto nazionale delle Radio-Tv private e nei vari integrativi aziendali, con
la finalità di contrastare la fenomenologia del dumping contrattuale.
I lavori sono infine proseguiti nel pomeriggio, con la Commissione Welfare per affrontare la tematica della
assistenza sanitaria integrativa.
L’azienda ha confermato di aver già ridefinito un nuovo bando di gara in merito al futuro gestore. L’attuale
impianto della polizza sarà ovviamente preso come riferimento. La scelta definitiva avverrà entro la fine del
mese di Novembre 2019, le OO.SS saranno costantemente aggiornate.
La Commissione Welfare ha riscontrato numerose difficoltà sull’attuale gestione, ribadendo all’azienda che la
scelta venga quindi effettuata anche sulla base della qualità servizio offerto visto che tale polizza è parte
integrante dell’integrativo aziendale. Si è quindi aggiornato il confronto.
Le Segreterie Nazionali hanno infine richiesto un nuovo incontro alla presenza dei Vertici aziendali rispetto agli
sviluppi della possibile fusione transfrontaliera, non appena le note vicende giudiziarie con Vivendi, tra i vari
tribunali Europei abbiano avuto il loro corso. Visto l’aggiornamento a nuova data richiesto dalla stessa
Mediaset alle OO.SS.
Roma, 28 Ottobre 2019.
Le Segreterie Nazionali
SLC/CGIL FISTEL/CISL UILCOM/UIL

Mediaset - Situazione aziendale Informazione > Emittenza Pubblica e Privata