MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Spettacolo > Cinema e spettacoli dal vivo > Dettaglio
05 Maggio 2020 Troupes - Gruppo di lavoro sicurezza

Il presente documento di sintesi è stato elaborato sulla base della conoscenza di tutte le attività e le fasi lavorative necessarie per la realizzazione di
prodotti audiovisivi.
Gli interventi proposti sono da intendersi come un contributo di suggerimenti tendenti a realizzare procedure operative le più sicure possibili, tenuto fermo il
rigoroso rispetto delle misure sanitarie di volta in volta determinate dalle sole Autorità competenti.
Per l’approfondimento delle specificità di ogni reparto, per tutte le diverse fasi necessarie per la realizzazione del prodotto, ci si è avvalsi del contributo
proveniente dalle Associazioni di categoria, come da documenti allegati.
La distinzione delle attività in diverse fasi di lavoro (pre-preparazione, preparazione, riprese, ecc. ) è puramente esemplificativa, poiché le diverse attività
svolte possono appartenere all’una o all’altra fase o ripetersi in ciascuna.
Accorgimenti di tipo generale:
- considerata la particolare delicatezza della situazione, vanno rafforzati gli strumenti di controllo e di verifica, a partire dai Rappresentanti dei lavoratori per
la sicurezza (RLS), di azienda o territoriali, in costante contatto con i lavoratori, Datore di lavoro, RSPP e Medico competente;
- quando più persone si ritrovano in un medesimo luogo di lavoro o mezzo di trasporto, si ritiene vada predisposto il controllo della temperatura e uno
screening di massima a cura di personale medico, nonché l’uso di DPI;
- uso dei DPI e determinazione degli stessi secondo le misure sanitarie disposte/raccomandate dalle sole Autorità competenti. Tali dispositivi dovranno
essere quotidianamente forniti dal datore di lavoro e devono essere previsti per tutte le attività in cui i lavoratori interagiscono tra loro ma anche con
soggetti terzi che collaborano alla produzione (fornitori, proprietari di location, attori in fase di casting, uffici pubblici per richiesta permessi , etc).
- fornitura di nuovi DPI e sostituzione degli stessi nella medesima giornata in caso di possibili spostamenti e/o attività a rischio contaminazione;
- tutti i luoghi di lavoro, ovunque dislocati, e i mezzi di trasporto di persone e/o materiali, dovranno soddisfare, oltre ai normali requisiti già previsti per i
luoghi di lavoro, le ulteriori misure sanitarie disposte/raccomandate dalle sole Autorità competenti, con particolare riguardo ai sistemi di sanificazione,
misure di distanziamento sociale, disponibilità di igienizzanti, DPI all’ingresso, sistemi di areazione e condizionamento;
- definizione e messa a disposizione delle attività di sanificazione per tutte le attrezzature, anche personali, con attenzione alle modalità richieste per il tipo
di attrezzatura, secondo le misure sanitarie disposte/raccomandate dalle sole Autorità competenti;
- rimuovere ogni forma di ostacolo, fisico e/o procedurale, in grado di pregiudicare il distanziamento sociale che potrebbe altrimenti essere realizzato;
- scambio di documentazioni in formato elettronico;
- smaltimento dei rifiuti: predisporre più postazioni di raccolta differenziata, con particolare attenzione a che venga effettuata con rigore.
Note a margine:
- Considerato che anche durante la cosiddetta fase 2 sarà necessario dimostrare le “comprovate esigenze lavorative” per ogni spostamento dei lavoratori,
sarà cura delle aziende inviare ai lavoratori la documentazione comprovante l’assunzione; per le situazioni particolari riguardanti Attrici/Attori e/o Generici/
Figurazioni in fase di scelta, si rinvia agli allegati specifici.
- Considerato che ai fini del contenimento del contagio i requisiti richiesti per lo spostamento delle persone sono già regolati dalle Autorità competenti, i
lavoratori in regola con detti requisiti non possono essere indotti/forzati a sottoscrivere Autocertificazioni specifiche su richiesta/imposizione da parte delle
Aziende.
- La richiesta e l’esecuzione di eventuali esami diagnostici non finalizzati al rischio relativo allo svolgimento della mansione specifica, tenuto in ogni caso
fermo il rispetto dei principi costituzionali e delle norme vigenti in materia di prevenzione e protezione della salute dei lavoratori, non potranno in ogni caso
avere luogo in assenza di assunzione.
- considerate le modalità di lavoro derivanti dal rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del coronavirus e a salvaguardia della salute dei lavoratori,
si ritiene necessaria una nuova organizzazione del lavoro, con particolare riguardo a:
- programmazione dei tempi di lavoro, quindi i Piani di lavorazione, compatibili con le necessarie precauzioni che ogni singolo componente della
Troupe dovrà osservare;
- numero dei componenti della Troupe mirato ad assicurare che ogni singolo reparto sia in numero adeguato al fine di svolgere le attività richieste
in sicurezza, per se stessi e per gli altri.
- considerato, infine, il rinvio al primo giugno delle aperture di Ristoranti, Parrucchieri, Centri estetici ecc., si ritiene che al momento non vi siano linee guida
che possano essere applicate riguardo ai possibili contatti ravvicinati al di fuori dell’ambito strettamente sanitario.
- Si è ritenuto di non entrare nel merito di questioni quali Tamponi e/o altri Esami diagnostici preventivi, in quanto al momento, riguardo a chi e come decide
se effettuarli o meno, vi sono specifiche disposizioni delle Autorità competenti indipendenti dalla volontà o meno dei privati.
- Relativamente all'uso dell'APP cosiddetta "Immuni", data la presumibile non obbligatorietà in via generale, nonché la poca garanzia che tutti la utilizzino
costantemente, è ragionevole ritenere che si potrebbe rivelare di incerta utilità per i fini dichiarati di prevenzione aziendale.
- Per quanto non esplicitamente citato si fa riferimento al punto 13 dell’Accordo Governo Parti Sociali, in particolare in materia di costituzione dei Comitati
Tecnici Territoriali.

Troupes - Gruppo di lavoro sicurezza Spettacolo > Cinema e spettacoli dal vivo