MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Telecomunicazioni > Appalti TLC > Dettaglio
15 Ottobre 2020 Sittel - Piattaforma rivendicativa integrativo aziendale

Sittel con decorrenza 31 luglio ha disdetto applicazione CCNL Metalmeccanico ed accordo integrativo aziendale vigente; dal 1 Agosto 2020 Sittel applica il CCNL delle Telecomunicazioni e non è in vigore alcun accordo integrativo aziendale. Armonizzati i trattamenti salariali derivanti dal cambio CCNL, le Organizzazioni Sindacali, vista la situazione economica/finanziaria in essere rappresentata dall’azienda stessa nel corso degli ultimi incontri, considerano necessario, unitamente alla presentazione di una piattaforma per un accordo integrativo aziendale che abbia una vigenza almeno triennale (2021-2023), rivendicare con fermezza un chiaro prospetto di pagamento delle spettanze arretrate dovute ed una ripartenza caratterizzata dal rispetto del piano di rientro e dalla puntualità nei pagamenti. Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil considerano quindi indispensabile che un percorso relazionale serio e proficuo, che traguardi un accordo integrativo aziendale, non possa prescindere dai seguenti punti:
- Data certa pagamento degli emolumenti;
- Piano di rientro stipendi e spettanze arretrate dovute ai lavoratori;
- Costante aggiornamento sulla situazione economico/finanziaria aziendale.
PIATTAFORMA INTEGRATIVO AZIENDALE SITTEL
2021 - 2023
GARANZIE PERIMETRO OCCUPAZIONALE
Alla luce della situazione in essere presentata dall’azienda, nell’ambito dell’andamento del settore e ed all’interno della situazione del paese, riteniamo quale prima istanza sindacale l’aver visibilità e garanzia sul perimetro occupazionale. Al netto di uscite volontarie condivise con il sindacato attraverso accordi che garantiscano accompagnamento alla pensione e favoriscano il corretto ricambio generazionale, utile a rispondere alle evoluzioni del mercato investito da una rivoluzione digitale, le organizzazioni sindacali chiedono piena garanzia sul futuro.
WELFARE – SMART WORKING
Il welfare è da sempre un punto qualificante negli accordi aziendali, soprattutto quando finalizzato ad aumentare la tutela della salute e i benefici in termini di conciliazione vita/lavoro. Bisogna provare a migliorare alcuni istituti previsti dal CCNL delle Telecomunicazioni, a partire dal Fondo Sanitario integrativo (nel CCNL Metalmeccanici è presente Metasalute pagata al 100% azienda), ragionando poi sull’ampiamento delle casistiche e modalità di fruizione per quanto riguarda la normativa per “visite mediche”, tutela della genitorialità, permessi a recupero. Nell’ambito degli strumenti volti a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, per le figure professionali e le attività ove risulta possibile, si richiede di regolamentare attraverso un accordo sindacale lo smart working.
TRASFERTISTICA
Occorre regolamentare la trasfertistica, riconoscendo importi/indennità al personale che occasionalmente o per brevi, medi, lunghi periodi opera la propria attività fuori dalla normale sede di lavoro. Nel definire gli importi si dovrà tener attenzione sulle distanze chilometriche percorse prevedendo un meccanismo proporzionale al percorso effettuato.
REPERIBILITA’ E LAVORO PROGRAMMATO
Risulta necessario regolamentare il campo di applicazione del perimetro della reperibilità e del lavoro programmato considerando un incremento economico delle indennità degli interventi e/o la previsione del riconoscimento di un gettone.
INQUADRAMENTI
Alla luce della scelta aziendale dell’applicazione del CCNL delle Telecomunicazioni, prevedere entro la vigenza dell’accordo la verifica degli inquadramenti e gli eventuali adeguamenti in funzione delle attività effettivamente svolte dal lavoratore.
BUONO PASTO
Si richiede il riconoscimento del buono pasto sulla base della presenza giornaliera.
PREMIO DI RISULTATO
Riteniamo importante l’istituzione di un premio di risultato che dia il giusto riconoscimento al lavoro svolto con serietà e professionalità dai lavoratori, all’interno di un sistema collettivo incentivante per il raggiungimento dei risultati aziendali.
FORMAZIONE CONTINUA – RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE
Le continue evoluzioni, i rapidi cambiamenti che investono il settore delle telecomunicazioni impongono una continua formazione e riqualificazione professionale. Una azienda che vuol essere sana e capace di stare al passo con i mutamenti imposti dalle evoluzioni tecnologiche deve prevedere un piano formativo rivolto all’aumento delle competenze ed alla riconversione e riqualificazione del personale.
UNA TANTUM
Per il periodo dal 1 Agosto a quando entrerà in vigore l’integrativo aziendale si richiede l’erogazione di una congrua somma “una tantum” a ristoro delle perdite salariali derivanti dalla disdetta del precedente accordo integrativo aziendale.
Roma 15 Ottobre 2020
Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

Sittel - Piattaforma rivendicativa integrativo aziendale Telecomunicazioni > Appalti TLC