MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Telecomunicazioni > Operatori TLC > Dettaglio
12 Marzo 2018 Wind Tre - Nota informativa commissione technology

In data 06 marzo 2018, a Roma, si è tenuto il secondo incontro della Commissione Technology.

La delegazione aziendale è composta da Giorgio Varchetta, Nicoletta Tavella, Simona Martiri,

Monica Mirarchi, Claudia Capelli, Maurizio Breda, Diego Della Libera e Valerio Contarino, mentre la

delegazione sindacale è composta dalle RSU indicate dalle segreterie nazionali di SLC, FISTEL e

UILCOM

L’azienda comunica alla delegazione sindacale l’avvio del progetto DOT che muoverà i suoi primi

passi con i vari incontri territoriali che saranno tenuti da Antonella Ambriola e il suo Staff (road

show) per illustrare in maniera più dettagliata il progetto stesso, previsto della durata di 18 mesi.

La delegazione Sindacale, pur evidenziando le preoccupazioni e i risvolti che tale cambiamento

può avere sulle persone, auspica che tali incontri siano utili a comprendere la fase di

trasformazione in corso e che per la buona riuscita del processo di cambiamento, lo stesso sia

condiviso e attuato attraverso piani di formazione e riconversione che coinvolgano tutti.

L’Azienda ha presentato la nuova struttura Service & Quality Assurance.

Tale struttura ha come mission di garantire la continuità e la qualità del servizio in ambito

Technology Operation, non intesa come assurance classico che rimane dei gruppi competenti, ma

garantendo l’interfaccia verso tutti i clienti interni per la gestione E2E del servizio e delle

tematiche correlate. Altra funzione è quello di interfacciarsi con le ingegnerie e le B.U per

esportare i requisiti di Operation, in ambito ingegneristico e verso i servizi offerti, presidiando i

relativi processi e progetti.

Tra gli obiettivi della struttura anche quello di prevenire, le problematiche, non solo ragionando

sugli allarmi ma soprattutto sul servizio e sull’analisi dei big data, sviluppando processi di

automazione delle attività e liberando, dopo opportuna formazione, le energie impiegate in

attività routinarie, verso le analisi dei dati elaborati dalle automation, con l’intento di rendere

più efficienti i processi e il funzionamento del servizio.

Tale struttura sarà snella e necessiterà di Skill robusti sia del mondo Rete che IT.

La componente sindacale evidenzia che nell’importanza del processo di automazione resta

fondamentale e prioritario la garanzia del perimetro occupazionale e che questa fase di

transizione, molto complessa e per certi versi incognita, deve avere un percorso chiaro e

trasparente.

L’azienda ha informato la componente sindacale che nell’ambito del progetto DOT ha già

individuato i primi nuovi fabbisogni e profili professionali e che per la copertura degli stessi ha

pianificato i relativi percorsi formativi che vedranno l’avvio nelle prossime settimane.

Su sollecitazione della delegazione sindacale, che invitava l’Azienda a indicare un esempio di reskilling del

personale, in anteprima l’azienda ha indicato la tecnologia di automazione RPA (Robot Process

Automation) che sarà introdotta attraverso un fornitore dal quale il personale tecnico WindTre, potrà

acquisire le metodologie e le tecniche di programmazione.

Nei prossimi mesi quindi, i lavoratori della Operation, saranno chiamati a gestire la Rete attuale e

contemporaneamente i processi di ammodernamento. L’automazione dei processi dovrebbe

anche aiutare a recuperare ore da dedicare alla formazione sulle nuove tecnologie..

La discussione si è spostata, su intervento di Breda, sulle progettazioni territoriali, massicciamente

impattate da due stream contemporanei, il primo di mantenimento della rete trasmissiva legacy

esistente ed il secondo di trasformazione verso un’architettura semplificata (MTNE =

Modernisation and Transmission Network Evolution).

Entrambi gli stream saranno coordinati da personale interno con il supporto di società esterne per

la gestione dei picchi di configurazione. In particolare W|3 definisce le regole di ingegnerizzazione

di apparato e di rete; decide cosa progettare in-house e cosa richiedere all’esterno; definisce i

piani e le priorità; controlla la qualità dei progetti e la coerenza fra i progetti lanciati.

Affida all’occorrenza analisi di consistenza di rete, progetti di rete, apparati, migrazioni di circuiti,

smantellamento di apparati, ma sempre sotto la propria supervisione e responsabilità.

La mutua combinazione di controllo interno e affidamento all’esterno della attività più onerose

(analisi DB, attività in campo, aggiornamento DB, etc.) ed a minore valore aggiunto, consentirà di

superare il picco pluriennale stimato in 15mila migrazioni e disinstallazioni di apparati trasmissivi

in tecnologia legacy e oltre 30mila cancellazioni di circuiti TDM.

Le risorse di W|3 si potranno così dedicare al design della nuova rete e nell’implementazione delle

feature ad alto valore aggiunto ad es. Software Defined Network, Cloud RAN, 4,5G, 5G,

Automation, Fast provisioning, redundancy, fibra alla BTS e a tutto quant’altro necessario per una

rete a prova di futuro ed in linea con il programma DOT.

La delegazione sindacale ha chiesto informazioni sul progetto UFO (Universal Field Operation) che

costituisce un evoluzione del multiskill. dovuto all’evolversi delle tecnologie e quindi delle

professionalità che vedono fondere ed integrare lo skill dei tecnici accesso, core ed IT.

L’Azienda conferma che, l’evolversi delle tecnologie e delle professionalità, che vedono fondere ed

integrare lo skill dei tecnici di Rete e IT, tende anche all’evoluzione del tecnico.

Orientarsi ad uno skill universale, è parte dei progetti futuri.

Sono state poi chieste delucidazioni rispetto ai contratti con Ericsson e Sirti in ambito territoriale.

Per quanto riguarda il contratto Ericsson, l’Azienda conferma che le BTS oggetto di manutenzione

del contratto sono quelle W3. Sui siti Galata il contratto Ericsson copre l'unica parte in carico W3

(nel solo caso di siti outdoor la manutenzione del quadro è delle batterie integrate nella BTS). Tutti

gli indoor invece sono a carico Galata che ha la proprietà infrastrutturale. .

E’ stato evidenziato che sussistono ancora anomalie nell’ingaggio dei tecnici Ericsson e sono state

avanzate preoccupazioni sull’impatto che tali anomalie possono avere sul servizio reso ai clienti.

L’Azienda ha detto che sono previste azioni di controllo e verifica del rispetto del contratto de gli

degli SLA che se necessario potranno essere anche modificati.

Sul contratto Sirti, invece l’Azienda dichiara che le modifiche riguardano una diversa combinazione

dei listini, mentre le competenze interne ed esterne, seguiranno le stesse responsabilità attuali.

Sul tema degli strumenti a disposizione dei lavoratori l’Azienda ha comunicato di aver avviato il

cambio dei PC portatili e che è già avviata l’analisi dei dispositivi per una eventuale sostituzione

dei telefoni aziendali.

Così come per altri progetti, l’Azienda conferma che anche la gara Core, di prossima assegnazione,

possa essere un’occasione di alleggerimento del personale e di opportunità, sempre con una

logica volontaria e senza soluzione di continuità.

Alla fine l’azienda ha fornito alcuni dati sul dimensionamento delle strutture Technology e sulla

percentuale di uscite fotografato a fine 2017 che è pari a ca. il 10% dell’organico Technology

complessivo.

Wind Tre - Nota informativa commissione technology Telecomunicazioni > Operatori TLC