MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Telecomunicazioni > Appalti TLC > Dettaglio
16 Luglio 2021 Sittel - Sciopero venerdì 16 luglio 2021

Tra acconti mai saldati, piani di rientro rateali mai rispettati, ed altre alchimie sibilline messe in campo da una azienda chiaramente allo sbando, i lavoratori Sittel ad oggi hanno maturato ben 5 mensilità arretrate. Fornitori non pagati, mezzi fermi per assenza di carburante e manutenzione, cos’altro deve succedere affinché committenti ed istituzioni decidano di porre rimedio ad una situazione che ha oramai oltrepassato il dramma sociale?
400 lavoratori tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sardegna, ostaggio di una azienda oramai evidentemente in dissesto organizzativo e finanziario, nel silenzio assordante, e complice, di istituzioni ministeriali e delle maggiori committenze, paradossalmente tutte con partecipazione pubblica nel proprio azionariato (Tim, Open Fiber ed Enel).
Non più tardi di 15 giorni fa, dopo decine di impegni assunti e non mantenuti, Sittel aveva prospettato una soluzione imminente, entro il termine perentorio indicato nella data odierna. Una soluzione che prospettava un fitto di ramo d’azienda da parte di una società del Gruppo Tim.
Le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil nel considerare positiva per i lavoratori la soluzione ipotizzata e prospettata, conoscendo bene il settore e l’azienda più grande del comparto Telecomunciazioni, avevano espressi forti perplessità sulle tempistiche indicate da Sittel per la conclusione positiva della operazione societaria.
Dubbi ampiamente confermati: ad oggi nessuna notizia in riferimento all’andamento dei negoziati e ancor peggio nessun pagamento prospettato per i lavoratori. In questa situazione di profonda incertezza e di grave criticità economica il rischio che si concretizzi un vero e proprio dramma sociale è sempre più vicino.
Al fine di sensibilizzare le aziende committenti, sollecitare la convocazione del tavolo di crisi presso il Ministero, denunciare all’opinione pubblica la situazione, le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil proclamano sciopero per l’intera giornata del 16 Luglio 2021, con contestuali presidi e manifestazioni presso le Prefetture dei territori coinvolti.
È tempo che le committenze si assumano le proprie responsabilità su una situazione divenuta oramai insostenibile, e che il governo si faccia garante della salvaguardia occupazionale dei lavoratori coinvolti in questa angosciosa vertenza.
Il settore della manutenzione ed installazione telefonica non ha sicuramente carenza di lavoro in questa fase, e sarà ancor più strategica con la realizzazione del PNRR, in Sittel non è sicuramente il lavoro a mancare, siamo in presenza di una totale carenza di liquidità e finanza, e di conseguenza di prospettiva industriale. Sicuramente non possono essere i lavoratori a pagare una gestione scellerata e fallimentare.
Roma, 15 luglio 2021
LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

Sittel - Sciopero venerdì 16 luglio 2021 Telecomunicazioni > Appalti TLC