MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Telecomunicazioni > Contact Center > Dettaglio
30 Aprile 2021 Covisian - Proroga fondo nuove competenze

 con verbale sottoscritto in data 10 dicembre 2020 le Parti, individuati i bisogni di adeguamento dei modelli produttivi ed organizzativi cui il gruppo Covisian ha inteso rispondere mediante il ricorso al Fondo Nuove Competenze, stipulavano un accordo ai sensi del Decreto Interministeriale 9 ottobre 2020, propedeutico all’accesso al Fondo, per l’erogazione del Progetto formativo «Digital Transformation per rendere la mente abile con il lavoro agile»; con il medesimo accordo la Società si riservava di attivare Fondimpresa per il finanziamento sul conto formazione delle iniziative formative previste dall’accordo, anche tenuto conto di quanto previsto dall’art. 88 D.L. n. 34/2020 e dal Decreto Interministeriale 9 ottobre 2020, art.1 comma 3;
 con comunicazione trasmessa a mezzo posta elettronica certificata del 14 dicembre 2020, la Covisian S.p.A. (anche per conto della RBS S.r.L.) presentava all’ANPAL l’istanza di ammissione al contributo previsto dall’Avviso Pubblico Fondo Nuove Competenze, corredata dell’accordo collettivo e del Piano Formativo di cui al punto che precede;
 con la nota prot. ANPAL n. 1744 del 19/01/2021 la predetta Autorità comunicava a Covisian S.p.A. l’approvazione della istanza di contributo, con la medesima comunicazione l’ANPAL rappresentava inoltre che i percorsi formativi si sarebbero dovuti concludere entro 90 giorni dalla data di approvazione della domanda, salvo eventuale richiesta di proroga, motivata da comprovate ragioni, sottoposta a valutazione di ANPAL;
 a far data dal 10 febbraio 2021 Covisian S.p.A. ed RBS S.r.L hanno dato inizio all’erogazione della formazione in modalità sincrona, mentre la formazione in modalità asincrona è cominciata il 23 febbraio 2021;
 riconoscendo la rilevanza dell’attuazione dei progetti formativi per il successo dei nuovi modelli di lavoro e per l’evoluzione dei servizi, a far data dal 2 marzo 2021, le Parti istituivano presso le diverse sedi italiane di Covisian S.p.A. e di RBS S.r.L., i Comitati Paritetici, formati da due responsabili aziendali e da una rappresentanza sindacale costituita da un membro per ciascuna sigla sindacale, aventi lo scopo di garantire il costante allineamento, in relazione al progetto - anche mediante l’approfondimento dei contenuti di ciascun corso - nonché di monitorare lo stato di avanzamento del progetto stesso;
 in data 17 marzo 2021 la Covisian S.p.A. (anche per conto della RBS S.r.L.) in conformità a quanto convenuto nel verbale di accordo collettivo di cui al primo punto delle presenti premesse, comunicava all’ANPAL di aver presentato a Fondimpresa cinque piani formativi per il finanziamento delle attività didattiche e chiedeva pertanto di poter elevare il limite temporale previsto, per la realizzazione del progetto, da 90 a 120 giorni, dalla data di approvazione dell’istanza, secondo quanto previsto dall’art. 3, comma 1 ultimo periodo del Decreto Interministeriale 9 ottobre 2020;
 a seguito dell’approvazione del progetto formativo da parte del Fondo Paritetico Interprofessionale Fondimpresa, la proroga del termine ultimo per le attività è stato differito al 19.05.2021;
 il Gruppo Covisian per raggiungere gli obiettivi formativi prefissati, ha messo in campo tutte le risorse disponibili, sia in termini di personale interno dedicato, sia implementando l’infrastruttura ICT, effettuando un’attenta pianificazione delle attività formative e del calendario didattico, suddividendo le azioni per aree di intervento e per profili professionali;
 rispetto alla programmazione iniziale, tuttavia, si sono verificati alcuni scostamenti derivanti da necessità sopraggiunte ed imprevedibili che hanno indotto, in alcuni casi e su alcuni siti sul territorio nazionale, il Gruppo Covisian a rimodulare il cronoprogramma della formazione. Infatti le attività operative di Covisian ed il conseguente fabbisogno di personale sono strettamente correlate all’andamento delle diverse commesse ed alle esigenze delle società committenti, con bisogni specifici non sempre pianificabili che spesso richiedono interventi imprevedibili, rendendo particolarmente complesso conciliare le esigenze formative con l’operatività dei team di lavoro, a maggior ragione con l’instabilità dovuta alla pandemia;
 alle considerazioni suesposte, si aggiunge che l’aggiudicazione di alcune nuove commesse ha rallentato la creazione ed il rilascio di alcuni moduli formativi e, di conseguenza, la partenza del progetto «Digital Transformation per rendere la mente abile con il lavoro agile»;
 da ultimo, la necessità di proroga è correlata anche all’esigenza di far effettuare la formazione anche ai lavoratori in “lunga assenza” ed evitare squilibri formativi tra il personale aziendale;
 alla luce degli elementi resi disponibili dalle attività di monitoraggio sullo stato di avanzamento del progetto, nonché sul raggiungimento degli obiettivi formativi, si rileva che, al 19 aprile 2021, n. 4.250 dipendenti stanno frequentando i percorsi formativi previsti. Non sono ancora stati raggiunti 800 dipendenti, di cui una percentuale risulta assente per lungo periodo, con diritto alla conservazione del posto, mentre altri sono impiegati in attività e servizi che comportano la necessità di prevedere delle sostituzioni per garantire l’accesso e la fruizione della formazione. Considerando il dato relativo alla fruizione media giornaliera dei percorsi formativi, il Gruppo Covisian stima che sia verosimile ipotizzare di raggiungere entro il 30 settembre p.v. la pressoché totalità della popolazione aziendale e la fruizione del 90% del monte ore iniziale previsto;
 considerando l’importanza attribuita alla formazione, allo sviluppo e alla valorizzazione delle competenze possedute dai dipendenti, il Gruppo Covisian ha somministrato ai dipendenti un primo questionario di gradimento, composto da otto domande, volte a monitorare il livello di soddisfazione in relazione a ciascun aspetto del corso seguito e per ottenere una solida visione d’insieme sull’impatto e sull’efficacia della formazione stessa. Dall’analisi dei risultati si è rilevato un alto livello di gradimento in relazione all’utilità della formazione, alle aspettative iniziali nonché l’apprezzamento sulla qualità della docenza. E’ emerso quindi un alto livello di soddisfazione complessiva, a conferma di quanto già rilevato anche durante le attività di ascolto, attivate dai Comitati Paritetici sui territori;
 nel corso dell’incontro tenuto in videoconferenza in data 26 aprile u.s., il Gruppo Covisian ha aggiornato i rappresentanti sindacali membri della Commissione Formazione dell’andamento del Progetto Formativo e degli esiti dei questionari di gradimento somministrati ai lavoratori. Nel corso di tale incontro l’Azienda e i membri della Commissione Formazione, concordando sulla circostanza per cui sia assolutamente fondamentale per l’Azienda e per i lavoratori poter continuare nella fruizione dei contenuti formativi previsti, ed estendere ulteriormente il periodo utile per l’erogazione della formazione, hanno successivamente valutato e convenuto sul positivo andamento della formazione erogata nell’ambito del Progetto Fondo Nuove Competenze;
 inoltre, tra il 28 aprile 2021 e la data odierna, si è registrata, attraverso la sottoscrizione di verbali di incontro in tutte le unità produttive di Covisian S.p.A. ed RBS S.r.L., la volontà comune con le OO.SS. territoriali e le rappresentanze sindacali aziendali di chiedere all’ANPAL un’estensione del termine previsto per l’esecuzione del progetto formativo;
Tutto ciò premesso, si è convenuto e concordato quanto segue.
La premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente accordo.
Con il presente verbale le Parti convengono sulla necessità di chiedere all’ANPAL un’estensione del termine previsto per l’esecuzione del progetto formativo fino al 30 settembre 2021, data per la quale il Gruppo Covisian stima che sia verosimile ipotizzare di raggiungere la pressoché totalità dei lavoratori e concludere quindi il progetto secondo le previsioni inizialmente formulate. E’ infatti volontà di entrambe le Parti di garantire a tutti i dipendenti uguali opportunità di apprendimento e sviluppo professionale, senza operare distinzioni legate alla commessa di appartenenza del dipendente, e senza penalizzare le risorse che si sono ammalate di Covid-19 (o comunque assenti con diritto alla conservazione del posto) le quali, pertanto, hanno iniziato a fruire dei percorsi formativi a loro dedicati in un momento successivo rispetto a quello preventivato.
Le Parti, nella consapevolezza dell’emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese (COVID-19) e delle conseguenti limitazioni a riunioni, assemblee, assembramenti, ecc., confermano che la discussione si è svolta con modalità in remoto, compreso l’inoltro e lo scambio di documenti.
Letto, approvato, confermato e validato telematicamente.
COVISIAN S.p.A.
RBS Retail Banking Services S.r.L.,
SLC-CGIL
FISTEL-CISL
UILCOM-UIL
UGL Telecomunicazioni

Covisian - Proroga fondo nuove competenze Telecomunicazioni > Contact Center