MENU > HOME
Filtra Ricerca
Filtra Per Anno

Dettaglio Comunicato

Comunicati > Telecomunicazioni > Operatori TLC > Dettaglio
23 Novembre 2020 Tim - Esito incontro territoriale

Lunedì 16 novembre u.s. si è tenuto in videoconferenza l’incontro territoriale con TIM per affrontare le seguenti tematiche: esame congiunto orari di lavoro Standard & Configuration Services Nord Est ed informativa su Progettisti di rete.
STANDARD & CONFIGURATION SERVICES
Lo scorso 10 giugno è stato sottoscritto un verbale di accordo che prevedeva, a seguito del passaggio della forza lavoro di Umbria e Marche (18 unità) nell’area Centro, della diminuzione di personale per uscite in isopensione (circa 10 unità) e della previsione di unificazione delle attività delle quattro aree (NE, NO, Centro, Sud) a livello nazionale, la riduzione dei turni serali dal lunedì al venerdì al 8% in ambito SC.SS e, per la necessità di assicurare la continuità del presidio controllo SLA e gestione ordinativi delibera 309, della reperibilità in ambito SC.CC.
Durante l’incontro TIM ha illustrato le seguenti nuove necessità:
• In ambito SC.SS, non sarà più realizzato il pool nazionale, tuttavia le quattro aree dovranno avere dal lunedì al venerdì la medesima percentuale di copertura dei turni serali, cioè fino ad un massimo del 12% da attivare in caso di necessità, per eventuali sofferenze e ricorso ad ulteriori incrementi di “trabocchi di chiamata”;
• In ambito SC.CC.IC e SC.CC.SD&C (ex CS), di prevedere l’attivazione di un turno rigido dal lunedì al venerdì con ingresso alle 8:00 e di ridurre il numero di risorse coinvolte nella reperibilità da 2 a 1, estendendo allo stesso tempo, l’attuale arco di presidio nella giornata del sabato da 9:00-13:00 a 8:00-21:00;
• In ambito SC.CC.BC (ex BB) di estendere l’attuale arco di presidio della reperibilità nella giornata del sabato dall’attuale 10:00-21:00 a 8:00-21:00.
La RSU FISTel CISL ha quindi indetto l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori di tali reparti i quali hanno espresso un giudizio negativo su quanto chiesto da TIM evidenziando che: di fatto è già attiva la risposta unica a livello nazionale (con lavorazione in via prioritaria del ticket in coda più “urgente” a prescindere dal territorio di riferimento); manca un numero verde per contattare le persone in presidio; i skill sono diverse e non tutte le risorse riescono a garantire la risoluzione delle esigenze nelle coperture serali.
La RSU FISTel CISL, in base al mandato dell’assemblea, ha comunicato pertanto a TIM la NON disponibilità a sottoscrivere un accordo sui temi sopra esposti.
DEVELOPMENT (EX CREATION) PROGETTISTI DI RETE
TIM ha illustrato come il “mondo” dei Progettisti di rete a livello nazionale, a seguito delle uscite per isopensione, sia composto attualmente da 850 risorse che saranno incrementate in queste settimane di circa 150 nuove unità di cui 30 nell’area Nord Est (tutte a seguito di riconversioni professionali volontarie individuate in prima battuta tra i Tecnici On Field, vista la maggiore esperienza di rete), in previsione del piano di
investimenti previsto dal progetto FIBERCOP per il 2021.
Rispetto alle 16 uscite per isopensione nel Nord Est, nella nostra regione sono previsti
l’inserimento di 7 nuove risorse nella FOL Veneto e di 2/3 risorse nella FOL FVG e 1
persona FOL TAA dedicate al Veneto, risorse che saranno avviate agli opportuni corsi di
formazione al fine di poterli inserire nelle attività di progettazione il prima possibile nel
corso del 2021.
La RSU FISTel CISL nel valutare positivamente tale scelta, dato che la
progettazione rappresenta uno dei fattori distintivi di questa Azienda, ha invitato
TIM a prevedere una costante formazione per le nuove risorse, ribadendo la necessità di
potenziare i sistemi informatici e le dotazioni, quali ad esempio l’assegnazione di un
mezzo sociale ad uso esclusivo ad ogni progettista, nonché il riconoscimento del giusto
livello professionale che da oltre 11 anni (CCNL TLC del 23 ottobre 2009) può
traguardare fino al 6° livello ma che di fatto, ad oggi, nel Veneto non è mai stato attribuito
a nessun progettista.
Inoltre, è stata rinnovata la richiesta di una maggiore internalizzazione delle attività
appaltate oggi alle imprese esterne, ad esempio negativi rete e spostamenti (come già
espresso nei precedenti incontri) nonché la necessità di un urgente chiarimento
rispetto alle ulteriori attività date in appalto a ULTRANET e IQT passata nel
frattempo da professionista di sicurezza a service esterno di progettazione, di
parte della progettazione FTTH oltretutto remunerate ad uno costo “fuori mercato”.
CDA
Al termine dell’incontro, la RSU FISTel ha sollecitato TIM ad un aggiornamento sulla
ricollocazione delle lavoratrici e lavoratori del CDA.
Le RSU TIM Unità Produttiva Veneto di FISTel CISL
La Segreteria Regionale FISTel CISL Veneto

Tim - Esito incontro territoriale Telecomunicazioni > Operatori TLC